Le cose da sapere prima di mettere l’apparecchio ai denti del bambino

Le cose da sapere prima di mettere l’apparecchio ai denti del bambino

I genitori sono sempre più consapevoli dell’importanza di cominciare, prima possibile per i propri bambini, un percorso atto a favorire il corretto sviluppo della dentizione e quindi risolvere i problemi legati alla malocclusione, ai denti storti, nati in posizioni scorrette o mancanti.

Questa attenzione dei genitori è rivolta a favorire il corretto sviluppo della dentizione del bambino, ripristinando la condizione ottimale dei denti: riposizionandoli in maniera corretta; compensando i problemi dovuti a denti persi o mai erotti; preparando il campo per una corretta crescita dei denti permanenti.

Non è un caso che circa i 65% dei bambini (percentuale in crescita), oggi ricorre ad un trattamento ortodontico tramite un apparecchio per i denti.

Nei bambini solitamente viene usata un’apparecchiatura ortodontica funzionale o ortopedica, atta a favorire un corretto sviluppo delle ossa mascellari, questa terapia andrà eseguita su una dentatura mista (Denti da latte con la sostituzione dei denti permanenti), prendendo in considerazione la loro età e il loro problema. Esistono vari tipi di apparecchi ortodontici per i bambini che potranno essere valutati dall’ortodontista, secondo la diagnosi effettuata.

I problemi ortodontici sono collegati anche all’estetica del profilo del viso dei bambini, ad esempio: un mento pronunciato e sporgente, rileva una malocclusione di III° classe (I denti inferiori sporgono troppo o quelli superiori sono troppo rientranti); I denti superiori sporgenti, invece rilevano una malocclusione di II° classe (I denti superiori frontali sporgono troppo rispetto ai denti inferiori).

Risolvendo i problemi di malocclusione, si riequilibra il profilo del viso.

Gli Adolescenti e gli adulti possono eseguire una terapia ortodontica.?

Apparecchio ai denti del bambino cosa bisogna sapere prima.Quando si diventa adolescenti e negli adulti, l’ortodonzia si occupa di ottenere un corretto allineamento dei denti, una buona masticazione, e risolvere problemi di malocclusione: tali obiettivi si raggiungono, valutando terapie ortodontiche con apparecchiature ortodontiche fisse o con allineatori dentali trasparenti.

Questi trattamenti hanno il fondamentale scopo di ripristinare il giusto rapporto nella chiusura tra i denti mascellari e quelli mandibolari, evitando così di incorrere a gravi problemi in età adulta tra cui: cefalee, mal di collo, problemi parodontali, problemi alla schiena, alle gengive, alla masticazione, blocchi o click all’apertura della bocca.

La risoluzione di questi problemi oltre la salute, migliora sicuramente anche l’estetica del proprio sorriso oltre che il profilo facciale.

Quale è il beneficio di eseguire una terapia ortodontica?

beneficio di eseguire una terapia ortodontica

L’apparecchio ortodontico viene utilizzato non solo per risolvere ma anche per prevenire importanti disturbi che si manifestano già dall’adolescenza. Una cattiva masticazione, una scorretta chiusura delle arcate dentali e spesso non poter arrivare ad eseguire una buona igiene orale a causa di denti sovrapposti o mal posizionati,  provocano problemi e serie sintomatologie alle gengive,  alla colonna vertebrale, alle articolazioni, ai muscoli, all’apparato maxillo-facciale (denti, mandibola e mascella) causando spesso cefalea muscolo-tensiva e mal di collo e schiena nell’età adulta. Inoltre, se il problema non viene risolto nei tempi opportuni, potrebbe creare altri problemi importanti, tra cui click all’apertura e chiusura della bocca fino al blocco temporaneo della mandibola,.

Effettuando una terapia ortodontica migliora anche la parte estetica?

una terapia ortodontica migliora anche la parte esteticaSicuramente in quanto allineando il sorriso, questo trasmetterà visivamente lineamenti più equilibrati anche il profilo e la parte frontale del viso assumeranno forme esteticamente più equilibrate.

Qual è l’età giusta per iniziare?

apparecchio denti quando iniziareLa prima visita dentistica andrebbe effettuata tra i 3 e i 5 anni, mentre una terapia ortodontica potrà essere intrapresa quando sono ancora presenti i denti da latte,; ovvero tra i 5-7 anni. È importante agire prima che si formino i denti permanenti in quanto, in questa fase sarà più facile dare una direttiva allo sviluppo osseo del bambino agendo sulla conformazione ossea prima della fine della maturazione scheletrica del bambino e potendo influenzare così la crescita della conformazione ossea e dei denti.

È buona regola eseguire già da piccoli una visita dentistica, per redigere una diagnosi precoce del corretto sviluppo masticatorio e se necessario correggere possibili malformazioni, curando se lo richiedono i denti malati.

Bisogna effettuare specifici esami per valutare un apparecchio ai denti?

Nella valutazione ortodontica, ovvero per capire l’eventuale necessità di mettere o meno un apparecchio ai denti, si dovranno compiere dei passi obbligati, ovvero: prendere le impronte della bocca; scattare delle foto, eseguire una panoramica dentale (una radiografia delle arcate dentali); eseguire una teleradiografia latero-laterale (oun esame radiologico che valuta il rapporto tra denti e mascella con il cranio e i tessuti molli). Il medico, tramite questi esami potrà eseguire la cefalometria (tracciati che riportano le misure della testa) e quindi eseguire una diagnosi e una corretta terapia ortodontica.

Quali sono i difetti ortodontici più comuni?

difetti più comuni in ortodonziaI motivi per cui si inizia un trattamento ortodontico sono legati a problemi specifici legati ad anomalie della mascella e della mandibola, quali: ipo-sviluppo, iper-sviluppo, arretramento e avanzamento della mandibola o del mascellare superiore. Altri difetti per cui viene usata una terapia ortodontica riguardano la posizione o i numeri dei denti in eccesso o in difetto, che possono creare affollamento o spazi. Inoltre sono molto diffusi il morso profondo (che i denti superiori coprono del tutto quelli inferiori) e il morso aperto (quando esiste uno spazio tra il gruppo di denti anteriori superiori ed inferiori).

Come funzionano gli apparecchi ortodontici?

Gli apparecchi possono essere funzionali rimovibili, cioè mobili, ortopedici, a trazione extraorale o fissi. Tutti gli apparecchi ortodontici sono progettati per esercitare una pressione in particolari zone dei denti e/o della mascella/mandibola.

Le pressioni sugli apparecchi ortodontici vengono esercitate tramite molle, elastici e attivatori situati in determinati punti.

Alla fine della terapia ortodontica devo continuare a portare apparecchi?

Una volta finita la terapia ortodontica bisogna eseguire una contenzione che solitamente viene portata dal paziente solo la notte. La contenzione ortodontica serve per evitare di avere recidive (i denti cercano di tornare nella posizione iniziale, annullando, in parte il lavoro eseguito durante la terapia ortodontica).

Summary
apparecchio ai denti del bambino
Article Name
apparecchio ai denti del bambino
Description
Prima di prendere la decisione di mettere un apparecchio ai denti del bambino, cosa devi sapere? Studio Dentistico Lucca Dott. Del Bianco
Author
Dott Paola Del Bianco
Publisher Name
Studio Dentistico Lucca
Publisher Logo