La Carie

Cosa sono le carie?

Le carie dentarie è un problema che quasi tutti durante il ciclo della nostra vita abbiamo provato, il sistema primario per combatterle è sicuramente la prevenzione e quindi esguire visite periodiche ma da cosa sono influenzate le carie? Sicuramente dallo stile di vita che abbiamo, ma anche dalle nostre abitudini alimentari, da come ci prendiamo cura dei nostri denti, dalla percentuale di fluoro che ingeriamo (principalmente con l’acqua, dai dentifrici che utilizziamo e anche da fattori ereditari.
Come abbiamo già descritto in altre pagine e al contrario di quel che si pensi, le carie sono generalmente più frequenti nei bambini rispetto gli adulti che non sono immuni da questo problema.
Come si formano le carie?
Il cibo che mangiamo, contiene carboidrati (zucchero e amido), i batteri della placca si nutrono a loro volta di questi carboidrati che producono acidi che corrodono l’interno del dente. Con il tempo, lo smalto dentale inizia a indebolirsi sotto la superficie mentre la parte esterna rimane intatta. Quando l’erosione diventa abbastanza importante, la superficie crolla formando una carie.
Le carie sono diversificate a secondo della posizione, dell’estensione, dell’avanzamento:
La Carie della corona, è il tipo più diffuso che si riscontra sia negli adulti sia nei bambini, questo tipo di carie sono generalmente localizzate sulle superfici masticatorie o nello spazio interdentale;
La Carie della radice, quando invecchiamo, le gengive si ritraggono lasciando scoperte delle parti di radice. Dato che lo smalto non ricopre le radici dei denti, queste zone esposte possono facilmente cariarsi;
Carie ricorrente – è la carie che si forma intorno a otturazioni e corone esistenti. Ciò avviene perché tali zone tendono ad accumulare la placca, che alla fine provoca la carie.
Quando gli adulti sono soggetti a mancanza o scarsa salivazione (bocca arida), sono particolarmente esposti al rischio di carie. La bocca arida può essere causata da malattia, dall’assunzione di alcuni farmaci, da cicli di radioterapia e chemioterapia, questa può essere temporanea (durare da pochi giorni a alcuni mesi) oppure permanente, in base alla causa che la scatena.
Le carie vanno curate appena trovate, infatti se non curate questa può distruggere i denti e arrivare fino alla polpa, provocando dolore intenso e continuo e la morte delle terminazioni nervose al suo interno, questo processo, andando avanti si allarga (se non curato in tempo) e coinvolge gli apici delle radici che a causa dell’infezione porta all’ascesso. L’ascesso un volta formatosi può essere curato soltanto con la cura radicolare (devitalizzazione), in alcuni casi è necessaria la chirurgia o l’estrazione del dente.
Come faccio a sapere se ho una carie?
Soltanto il dentista ti può, nel corso dei normali controlli periodici, visualizzare con sicurezza se ci sono carie. Questo perché le carie, molto spesso, si sviluppano sotto la superficie dentale, è quindi impossibile vederle ad occhio nudo.
È più probabile che le carie si formino nelle cavità presenti sulle superfici masticatorie dei denti posteriori, nello spazio interdentale e vicino al margine gengivale, dove è più difficile lo spazzolamento e più facile che si fermi il cibo. Ma, a prescindere da dove si formano, il miglior modo per individuarle e curarle prima che diventino un problema serio è quello di effettuare regolari visite di controllo dal dentista.
Come posso prevenire le carie?
Lavarsi i denti con lo spazzolino almeno due volte al giorno e passare la doccia orale quotidianamente per rimuovere la placca nello spazio interdentale e sotto il margine gengivale
Effettuare regolari visite di controllo dal dentista. La prevenzione può evitare l’insorgenza di problemi e fa in modo che problemi di minore importanza non diventino seri
Seguire una dieta equilibrata che limiti i cibi ricchi di amido e zuccheri. Quando assumete questi alimenti, cercate di mangiarli ai pasti principali invece che sotto forma di spuntini fuoripasto (dove è anche più difficile lavarsi i denti) per diminuire il numero di volte in cui i denti sono esposti agli acidi
Usate prodotti per l’igiene orale contenenti fluoro, incluso il dentifricio ( se indicato dla dentista)
Assicuratevi che l’acqua che bevono i bambini sia fluorata. Se l’acqua corrente che bevi non contiene fluoro, il tuo dentista o pediatra può prescriverti delle integrazioni di fluoro quotidiane.

START TYPING AND PRESS ENTER TO SEARCH