> quando cambiano i denti i bambini

Quando cambiano i denti i bambini

I denti dei bambini iniziano a essere messi dai 6 mesi ai 3 anni, con andamento diverso da bambino a bambino (lenta o veloce, precoce o tardiva).
Il totale dei denti, una volta terminata la crescita decidua, sono 20.

Di solito, il primo dente che viene messo è l’incisivo inferiore, questo avviene intorno ai 4 mesi di età ma se ritarda ad uscire, non c’è da preoccuparsi, è possibile che la crescita possa ritardare anche a 10, 11 o 12 mesi, ogni bambino ha il suo tempo e per questo non cè da preoccuparsi.
Quando un bambino mette i denti da latte presto è altrettanto facile che abbia anche una precoce permuta, tanto che questi potrebbero iniziare a dondolare e cadere intorno ai 5, 6 anni (incisivi inferiori).

La permuta dei denti si svolge in tre diversi periodi, ognuno della durata ciascuna di circa un anno e mezzo, due.

Intorno ai 5 o 6 anni c’è la caduta dei quattro incisivi da latte, inferiori e superiori, in questo periodo abbiamo anche il cambiamendo con i permanenti sottostanti e l’eruzione dei primi molari permanenti superiori ed inferiori.

NOTA BENE: E’ improtante che il bambino, aiutato dai genitori, lavi bene i denti in quanto i molari che crescono dietro ai denti da latte sono facilmente ignorati sia dal bimbo che dai genitori. Ricordatevi che i denti permanenti dovranno rimanere in bocca per tutta la vita e appena erotti sono maggiormente vulnerabili!

Può succedere che i nuovi incisivi inferiori, crescano soprapponendosi a quelli da latte. Cosa fare in questo caso? Se il dente deciduo dondola si aspetta che questo cada, altrimenti si guarderà con vari stratagemmi di farlo cadere (filo, mangiando una mela, etc.) e si aspetta che con la spinta della lingua il permanente si riposizioni in arcata.

Quando i nuovi incisivi crescono storti, solitamente è segno di mancanza di spazio in arcata ma non c’è da preoccuparsi più di tanto, perché un affollamento lieve a questa età potrebbe essere normale e si potrebbe risolvere spontaneamente. In ogni caso una visita odontoiatrica è sempre opportuna.

Può succedere che i denti decidui cadano e che non si vedano i permanenti che vengono fuori. Se dopo 6 mesi. i permanenti non sono ancora spuntati, è opportuno rivolgersi al dentista che controllerà e in questo caso farà una lastrina radiografica o una panoramica per verificare la presenza di tutti i denti permanenti sottostanti o la presenza di impedimenti a venir fuori, se la situazione risulta normale e bene attendere il tempo consigliato dal medico odontoiatra per vedere se il permanente esce.

A 7 o 8 anni è il periodo ce dura un anno e mezzo, due, in cui i denti non cadono, sembrerebbe un periodo di riposo, ma in realtà i denti permanenti sottostanti maturano e si preparano all’eruzione.

A 9 o 10 anni è il periodo in cui avviene la caduta dei canini inferiori , primi molari inferiori, primi molari superiori, secondi molari inferiori ,secondi superiori e in ultimo canini superiori. Possono esserci delle naturali variazioni nella progressione della permuta a cui non bisogna dare improtanza. Questa è una fase in cui l’impressione è quella che il bambino stia perdendo tutti i denti molto velocemente.

Quando rimangono e persistono alcuni denti decidui oltre i 12 – 13 anni, bisogna rivolgersi dal medico dentista e valutare con una panoramica se esistono i permanenti sottostanti o c’è agenesia.

Bisogna fare attenzione a valutare tramite un professionista quando i denti da latte rimangano fino ai 13 anni e quando i canini superiori erompano in maniera molto alta, in questo caso ci sarà da valutare se mettere un apparecchio ortodontico.

START TYPING AND PRESS ENTER TO SEARCH